bild_relais
icon_facebookicon_twittericon_linkedinicon_youtubeicon_xingicon_blogger

Descrizione:

La versione bistabile della serie di Relè Reed BE  MEDER è la soluzione ideale per cambiare e mantenere lo stato dei contatti. Il Relè Reed BE bistabile ha la possibilità di cambiare stato con un impulso proveniente da un magnete esterno e di ritornare allo stato iniziale con una bobina interna, oppure di generare entrambi gli impulsi su due bobine interne.

Latching & Form B Reed Sensor and Reed Relay Tutorial


Caratteristiche:

  • Versioni disegnate su misura 
  • Disponibili con attuazione medante magnete estern, reset con bobina interna
  • Fino a due contatti di chiusura in un solo contenitore
  • Disponibile con una o due bobine
  • Potenza dielettrica di 2000 VDC

Applicazioni:

  • Telecomunicazioni
  • Apparecchiature Medicali
  • Sistemi di Test e Misure
  • Tecniche industriali generiche

Specifiche

Tensione di Bobina (VDC): 5
Resistenza di Bobina (Ohm): 650 - 5060
Tipo di Contatto: 1 + 2 E
Tensione di Commutazione (VDC): 0 a 1000
Corrente di Commutazione (A): 0 a 1.0
Corrente di Trasporto (A): 0 sino 2.5
Tensione di Rottura (Minimo VDC) 250 a 2000

Ricerca codice

Letteratura

Applicazioni

Verifica Stock


Stock Check

Item no. Distributor Region Quantity Cart RFQ Inventory Date
BE05-1A71-PRelay Specialties, IncUSA100RFQ11/21/2014 12:25:00 PM
BE05-1A85-10PRelay Specialties, IncUSA100RFQ11/21/2014 12:25:00 PM
BE05-2A84-BV153Master ElectronicsUSA447RFQ11/22/2014 12:19:00 AM
BE05-2A84-BV153ONLINECOMPONENTS.COMUSA497RFQ11/21/2014 5:46:00 AM
BE12-1A85-PDIGI-KEYUSA95RFQ11/22/2014 12:40:00 AM
BE12-2A66-PMaster ElectronicsUSA27RFQ11/22/2014 12:19:00 AM
BE12-2A66-PONLINECOMPONENTS.COMUSA27RFQ11/21/2014 5:46:00 AM
BE12-2A85-PMaster ElectronicsUSA872RFQ11/22/2014 12:19:00 AM
BE12-2A85-PONLINECOMPONENTS.COMUSA872RFQ11/21/2014 5:46:00 AM
BE12-2A85-PTTI Inc Global HeadquartersUSA7RFQ11/21/2014 2:53:00 AM
BE24-1A85-PDIGI-KEYUSA91RFQ11/22/2014 12:40:00 AM


FAQs

Relè Reed

Quale tipo di chip termici sono utilizzati in un relè reed termico ?

Quale tipo di chip termici sono utilizzati in un relè reed termico ?

Generalmente un relè a basso valore termico necessita una compensazione termica. L’alluminio e il berillio sono comunemente usati perché essi presentano una grande conduttività termica, mentre mantengono l’isolamento elettrico.

L'ampolla reed connessa al rame di una termocoppia all'interno di un relè produce una tensione di compensazione termica?

L'ampolla reed connessa al rame di una termocoppia all'interno di un relè produce una tensione di compensazione termica?

Per un relè reed a bassa termica a 20°C la giunzione dell’ampolla reed al rame produrrà 1 millivolt e cambiando la giunzione di 1°C genererà ulteriori 60µV.

E' utile uno schermo magnetico nella costruzione di uno di relè reed a bassa termica?

E' utile uno schermo magnetico nella costruzione di uno di relè reed a bassa termica?

Più è alta la resistenza della bobina e meno potenza è prodotta dal relè, dunque saranno generate minori voltaggi di compensazione termica. Applicando un scudo magnetico, fa sì che i contatti risultino più forti. Questo permette al disegnatore di relè di aumentare la resistenza di bobina che a sua volta riduce la potenza del relè e la produzione di calore.

Un' alta resistenza della bobina è utile nella costruzione di un relè reed a bassa termica e a basso voltaggio di compensazione?

Un' alta resistenza della bobina è utile nella costruzione di un relè reed a bassa termica e a basso voltaggio di compensazione?

Sì, la resistenza della bobina controlla direttamente la quantità di calore generato nel relè. Più calore viene generato, maggiore è il bisogno di compensare la tensione termica. Applicare la maggiore resistenza possibile alla bobina è di sicuro un buon passo nella giusta direzione.

Come si costruisce un relè reed a bassa termica?

Come si costruisce un relè reed a bassa termica?

Un’ampolla reed è realizzata in nickel/ferro e quando è collegata al rame (una traccia su PCB), ci si trova in presenza di una termocoppia che produce una tensione di compensazione alta. Poiché la termocoppia è su entrambe le estremità, c’è bisogno di queste tensioni, altrimenti esse potrebbero alterare il segnale che il cliente ha bisogno di commutare. Quindi la chiave per realizzare un relè a bassa termica è sviluppare una tecnica che stabilizzi queste tensioni di compensazione alte.  Opportunamente installati, i chip termici risolveranno il problema.

Quali configurazioni di commutazione sono usate in relè a base termica?

Quali configurazioni di commutazione sono usate in relè a base termica?

Relè a bassa termica generalmente commutano segnali differenziali che richiedono due relè a doppio flusso. Un relè a un polo e doppio flusso è utilizzato sull’estremità anteriore e posteriore dei multimetri.

Quali applicazioni utilizzano relè reed a bassa termica?

Quali applicazioni utilizzano relè reed a bassa termica?

Relè reed a bassa termica o a bassa compensazione termica sono utilizzati in applicazioni dove i trasduttori producono segnali a basso voltaggio che devono essere commutati o amplificati. Essi vengono anche utilizzati sull’estremità anteriore o quella posteriore dei multimetri, e per commutare termocoppie in sistemi di acquisizione dati.

Cos'è un relè reed a bassa termica?

Cos'è un relè reed a bassa termica?

Un relè reed a bassa termica è utilizzato per commutare tensioni basse nella gamma bassa dei microsecondi (µV) e non alterare il livello di segnale in alcun modo dopo che esso è passato attraverso il relè.

In quale misura posso essere usati i relè SIL e MS in applicazioni RF?

In quale misura posso essere usati i relè SIL e MS in applicazioni RF?

I sensori della serie SIL possono essere usati fino a 800MHz, e quelli della serie MS possono essere usati fino a 1.5 GHz.

Se i relè non sono schermati si possono sempre usare come un relè RF ?

Se i relè non sono schermati si possono sempre usare come un relè RF ?

Sì, un semplice trucco che migliorerà le caratteristiche RF di un relè è la messa a terra del filo della bobina.  Il filo di bobina è di rame, dunque il suo primo strato può rappresentare lo scudo per il segnale.  Questo può permettere al cliente di commutare o trasportare segnali RF fino a 500 MHz. Possiamo così utilizzare i sensori delle serie SIL e MS in circuiti RF.

Come posso essere sicuro che i miei test RF siano conformi a quelli del produttore?

Come posso essere sicuro che i miei test RF siano conformi a quelli del produttore?

Il metodo più sicuro è utilizzare le stesse apparecchiature di prova RF. Noi possiamo mettere a disposizione le nostre apparecchiature di RF per ottenere i migliori risultati.

Come si possono adattare i nostri relè RF su PCB del cliente?

Come si possono adattare i nostri relè RF su PCB del cliente?

Una volta che i clienti hanno ricevuto i nostri relè RF per PCB, c’è bisogno di stabilire la giusta impedenza in entrata e in uscita dai nostri relè al suo PCB.  Questo si ottiene aggiungendo piccole quantità di capacitanza e/o induttanza su ogni estremità del relè al punto di contatto del relè con PCB.

In circuiti RF , cos'è una configurazione di commutazione a 'T' ?

In circuiti RF , cos'è una configurazione di commutazione a 'T' ?

Una configurazione di commutazione a 'T' è un metodo per migliorare l’isolamento in circuiti RF.  Esso comprende tre relè reed.  I relè sono sistemati nella maniera seguente: uno è sulla parte sinistra superiore di una T, il secondo sul lato destro della T dopo il punto di contatto, ed il terzo relè è montato sul componente verticale della T.  Per il massimo isolamento, il primo e secondo relè sono nello stato aperto. Il terzo relè è chiuso e la sua estremità più bassa del T è messa a terra.  Con il primo relè aperto qualsiasi segnale che si disperda attraverso il congiungimento dei tre relè, sarà deviato verso la messa a terra.  Qualsiasi segnale residuo sul congiungimento sarà ulteriormente isolato dai contatti aperti del secondo relè. Quando si conduce un segnale attraverso la 'T', sia il primo che secondo relè sono chiusi permettendo il passaggio.  Il terzo relè è aperto.  La configurazione a 'T' migliorerà l’isolamento, ma si verificheranno delle perdite di segnale a causa del percorso più lungo del segnale.

Quale è il miglior approccio per il montaggio su PCB di un relè reed RF per ottenere le migliori prestazioni?

Quale è il miglior approccio per il montaggio su PCB di un relè reed RF per ottenere le migliori prestazioni?

I nostri clienti dovrebbero montare i nostri relè reed RF assialmente su PCB. Inoltre si dovrebbe sintonizzare l’impedenza della PCB con quella in entrata e in uscita dal nostro relè.

Quale è il metodo più efficace per montare un relè RF su PCB?

Quale è il metodo più efficace per montare un relè RF su PCB?

Per ottenere le prestazioni migliori di un relè reed RF, i suoi contatti dovrebbero essere montati in posizione assiale  rispetto alla PCB.  Questo vuole dire che un foro deve essere realizzato per almeno la metà del corpo del relè per essere alloggiato.  Qui i contatti escono dal relè reed in una linea diritta senza curve che riducano il flusso di segnale.

Come si realizza il miglior relè reed RF ?

Come si realizza il miglior relè reed RF ?

Per realizzare il miglior relè reed c’è bisogno di un design geometrico semplice, preferibilmente un design coassiale con alterazioni minime. Il design dovrebbe essere il più piccolo possibile.

E' utile avere più di un relè nello stesso case per migliorare le caratteristiche di RF ?

E' utile avere più di un relè nello stesso case per migliorare le caratteristiche di RF ?

Se il cliente usa relè multipli in una configurazione di matrice i segnali RF attraversano la matrice, è consigliabile offrire una matrice di relè multipla nello stesso incasso. Questo è particolarmente vero quando i relè sono in serie, questo essenzialmente riduce la lunghezza di percorso del segnale. In questo caso, la lunghezza di percorso in entrata e in uscita è annullata, dove il segnale viaggia semplicemente da uno dei relè all’altro con la minima distanza di percorso.

La lunghezza di percorso di un relè reed RF ha effetto sulle caratteristiche di RF ?

La lunghezza di percorso di un relè reed RF ha effetto sulle caratteristiche di RF ?

Sì, bisogna sempre cercare il percorso più breve per il segnale che viaggia verso il relè reed. Inoltre è opportuno minimizzare il numero di svolte che il segnale deve compiere all’interno del relè reed.

Si possono migliorare le caratteristiche RF di un relè reed mediante il controllo dell' impedenza specifica ?

Si possono migliorare le caratteristiche RF di un relè reed mediante il controllo dell' impedenza specifica ?

Sì, più l'impedenza caratteristica è consistente e più è vicina a 50 Ω, e migliori saranno le sue  caratteristiche RF.  Ogni qualvolta si verifica un minimo cambiamento nell’impedenza, una certa quantità di segnale verrà riflessa, riducendo la perdita di inserzione.

Come si può testare un relè reed RF ?

Come si può testare un relè reed RF ?

Provare un relè reed Esaminare per le sue caratteristiche RF non è un'impresa molto semplice.  C’è bisogno di un analizzatore di rete, con speciale apparecchiature RF. Vi invitiamo a visionare la nota degli Ingegneri MEDER: Testare i componenti RF di commutazione.

Come si controlla e/o migliora l' isolamento RF di un relè reed ?

Come si controlla e/o migliora l' isolamento RF di un relè reed ?

L'isolamento di un relè reed in un circuito di RF è determinato fondamentalmente dalla distanza di apertura.  Quindi l'unico modo di controllare o migliorare l'isolamento nel design di relè reed è ricercare un’ampolla reed con apertura più ampia.  Questo vuole dire usare un commutatore di amperaggio più alto che traduce ad una bobina a potenziale più alto.

Come si generano i Parametri S ?

Come si generano i Parametri S ?

I parametri S sono generati dal nostro analizzatore di rete quando si effettuano le misurazioni di RF. Una volta memorizzate elettronicamente, queste possono essere facilmente fornite via e-mail ai designer RF oppure ai nostri clienti.

Come si usano i parametri S ?

Come si usano i parametri S ?

I parametri S sono dati importanti per i designer di circuito RF, perché essi vengono immessi direttamente nel software di RF. Questo software simula un circuito RF. In questo modo i disegnatori di RF hanno un'idea di come il nostro relè interagirà con gli altri componenti RF dei loro circuiti.

Come si calcola l'impedenza caratteristica di un relè reed nel caso di una ampolla reed circolare ?

Come si calcola l'impedenza caratteristica di un relè reed nel caso di una ampolla reed circolare ?

Il relè reed progettato per trasportare alte frequenze utilizza generalmente un approccio di disegno coassiale.  Con questo assunto, la formula per calcolare l'impedenza caratteristica è la seguente: Z = 60 / (√ (€ R) + ln (2h/d)) dove Z è l'impedenza caratteristica, √ è la radice quadrata, (€ R) è la costante dielettrica tra lo scudo e l'ampolla reed, ln - è il logaritmo naturale, h è diametro dello scudo, d è il diametro dell'ampolla reed.

Come si calcola l'impedenza caratteristica di un relè reed a contatti piatti?

Come si calcola l'impedenza caratteristica di un relè reed a contatti piatti?

Il relè reed progettato per trasportare frequenze alte utilizza generalmente un approccio di design coassiale.  Con questo assunto, la formula per calcolare l'impedenza caratteristica è la seguente: Z = 60 / (√ (e)) ln ((D)/A) dove Z è l'impedenza caratteristica, √(e) è la radice quadrata della costante dielettrica, ln - è il logaritmo naturale, D è il diametro dello scudo, ed A è la sezione del contatto.

Come si calcola l'induttanza in un circuito RF ?

Come si calcola l'induttanza in un circuito RF ?

L'induttanza è calcolata con la formula seguente: L = µ o n d A1 dove L è l'induttanza, µ o è la costante di permeabilità, n il numero di spire, d è la lunghezza della linea di segnale, ed A1 è la lunghezza dello scudo di linea di segnale.

Come si calcola la capacitanza di un circuito RF ?

Come si calcola la capacitanza di un circuito RF ?

La capacitanza è calcolata con la formula seguente: C = (e A)/d dove C è la capacitanza, e è la costante dielettrica, A è lo scudo e i contatti dell’ampolla reed, e d è la distanza tra lo scudo e i contatti.

Come si calcola l' impedenza caratteristica?

Come si calcola l' impedenza caratteristica?

L'impedenza di caratteristica è calcolata dalla formula:  Z =√ (R + (XL - Xc) 2) dove Z è l'impedenza caratteristica, R è la resistenza di DC, XL è il reattanza induttiva, e Xc è il reattanza capacitiva.

Come si calcola la reattanza capacitiva?

Come si calcola la reattanza capacitiva?

La reattanza capacitiva si calcola con la formula seguente: XC = 1/(2∏fC), dove XC è il reattanza capacitiva in ohm, f è la frequenza in Hz, e C è la capacitanza.

Come si calcola la reattanza induttiva ?

Come si calcola la reattanza induttiva ?

La reattanza induttiva è calcolata con la formula seguente: XL = 2∏f L, dove XL è la reattanza induttiva in ohm, f è la frequenza in Hz, e L è l'induttanza.

Cosa determina cambiamenti di impedenza caratteristica lungo un determinato percorso di segnale ?

Cosa determina cambiamenti di impedenza caratteristica lungo un determinato percorso di segnale ?

Ad un dato punto lungo un percorso di segnale se insorgono cambiamenti di capacitanza, resistenza o induttanza, si verificheranno cambiamenti anche nell’impedenza caratteristica.

Cosa accade se cambia l'impedenza caratteristica lungo un determinato percorso di segnale ?

Cosa accade se cambia l'impedenza caratteristica lungo un determinato percorso di segnale ?

Quando un impulso che si muovo lungo un determinato percorso incontra un cambio di impedenza caratteristica, parte della sua forza di segnale sarà riflessa lungo il percorso di segnale originario. Questo rappresenta una perdita di forza del segnale.

Cosa costituisce l'impedenza caratteristica RF?

Cosa costituisce l'impedenza caratteristica RF?

Il percorso di segnale, la schermatura ed il materiale con la sua costante dielettrica corrispondente sono le componenti principali dell'impedenza caratteristica.

Come si controlla l'impedenza caratteristica?

Come si controlla l'impedenza caratteristica?

Il percorso di segnale e la sua lunghezza sono gli elementi chiave.  Più è corto, e migliore sarà.  È opportuno pensare al percorso di segnale e alla schermatura scudo come ad una forma geometrica.  E’ cruciale mantenere il percorso geometrico il più costante possibile. Qualsiasi variazione provocherà alterazioni all'impedenza caratteristica e produrrà perdite di segnale.

Quando le pulsazioni digitali che si muovono lungo un dato circuito perdono forza di segnale nell'attraversare ogni componente?

Quando le pulsazioni digitali che si muovono lungo un dato circuito perdono forza di segnale nell'attraversare ogni componente?

Se un dato relè presenta un tempo di incremento di 50 picosecondi, una determinata pulsazione che lo attraversi subirà un incremento del suo tempo di incremento di 50 picosecondi.  Se un segnale attraversa una matrice di 5 relè, il suo tempo di incremento aumenterà di 250 picosecondi. La frequenza di risposta dopo un relè è di 20 GHz, ma dopo il quinto relè sarà abbassata fino a 4 GHz.  Quindi è importante per il designer di sistema conoscere quanti relè o componenti i suoi segnali dovranno attraversare per determinare se i componenti del suo circuito funzioneranno.

Come si compara un orologio digitale a 2 GHz ad unonda continua RF?

Come si compara un orologio digitale a 2 GHz ad unonda continua RF?

Per associare un’onda continua a un orologio digitale che funziona a 2 GHz, si deve considerare il numero di armoniche della di frequenza di base necessarie alla costruzione di un impulso digitale.  Almeno 5 armoniche della frequenza originale devono essere considerate.  Per 2 GHz questo rappresenta una frequenza di onda continua di 10 GHz. Quindi trasportare impulsi digitali di 2 GHz in un circuito si avrebbe bisogno di una risposta di frequenza di 10 GHz.

Perchè impulsi digitali veloci sono considerarsi RF?

Perchè impulsi digitali veloci sono considerarsi RF?

L'area critica di un impulso digitale è il suo tempo di incremento. Se il tempo di incremento dell’altezza di un impulso è per esempio 50 picosecondi, la frequenza corrispondente è equivalente a 20 GHz.

Cosa sono i parametri S ?

Cosa sono i parametri S ?

I parametri S corrispondono a una data frequenza e sono forniti con una magnitudine e una direzione. Sono molto utili perché forniscono informazioni sulle caratteristiche di un componente in formato digitale e permettono al disegnatore di RF di conoscere come quel componente funzionerà nel suo circuito, prima che il componente reale venga installato.

Cosa è il tasso di variazione in un circuito RF ?

Cosa è il tasso di variazione in un circuito RF ?

Quando si immette una pulsazione digitale in un componente o in un circuito, essa avrà un certo tempo di incremento. Quando la stessa pulsazione lascerà il circuito o il componente avrà un nuovo tempo di incremento.  Il tasso di variazione è la differenza nel tempo di incremento in uscita, meno il valore del tempo di incremento in entrata.

Cosa è il tempo di incremento in RF?

Cosa è il tempo di incremento in RF?

Il tempo di incremento è di solito utilizzato nei circuiti digitali. Più corte sono le pulsazioni, più alto sarà il tempo di incremento. Esso viene misurato come il tempo dall'insorgenza dell’impulso al momento in cui esso raggiunge il 90% dell’altezza.  I circuiti hanno bisogno di possedere buone caratteristiche di RF per permettere il passaggio di questi impulsi digitali. Il tempo di incremento è un importante parametro da tenere in conto. Circuiti incapaci di gestire tempi di incremento veloci farebbero disperdere la pulsazione digitale.

Cosa è VSWR?

Cosa è VSWR?

VSWR sta per  voltage standing wave ratio, cioè il rapporto di tensione d’onda permanente.  Quando i segnali che attraversano un circuito vengono riflessi, possono giungere ad un altro componente ed essere di nuovo respinti in avanti.  Queste riflessioni all’indietro e in avanti, possono produrre onde permanenti nel circuito.  Queste onde possono creare un circuito con notevoli perdite.

Cosa è la perdita di ritorno?

Cosa è la perdita di ritorno?

Quando un segnale entra in un circuito o in un componente, una parte del segnale può essere riflessa nella direzione opposta.  La perdita di ritorno è una misura della perdita di segnale.

Cosa è l'isolamento di RF ?

Cosa è l'isolamento di RF ?

RF concerne i circuiti aperti.  La quantità di segnale che viaggia da input a output di un interruttore rappresenta quella misura di isolamento calcolata in decibel (dB); -65 dB è considerato il miglior isolamento. Generalmente -20 dB è un livello accettabile.

Cosa è la perdita d'inserzione?

Cosa è la perdita d'inserzione?

La perdita di inserzione è la perdita di segnala che viaggia in entrata e in uscita da un dato circuito e che si sposta da un componente a un altro.  Se il vostro segnale è al 100% quando si muove verso un componente, e in uscita si nota una perdita, questo si definisce una perdita di inserzione e si misura in decibel (dB).  3 dB è definito come il punto finale per qualsiasi componente ed è equivalente alla riduzione della forza del segnale pari al 50%.

Cosa è l'impedenza caratteristica?

Cosa è l'impedenza caratteristica?

L’RF viaggia facilmente all'interno di un circuito con un'impedenza caratteristica costante.  Qualsiasi cambiamento di impedenza caratteristica produrrà perdita di segnale.  L’impedenza caratteristica Z è essenzialmente una misura di resistenza.  Essa ha tre componenti che sono aggiunti vettorialmente. I componenti sono: la resistenza di DC pura nell’ asse x, la reattanza induttiva nell’asse y e la reattanza capacitiva nell’asse z. La resistenza caratteristica è calcolata lungo tutto un determinato percorso di segnale e qualsiasi cambiamento in una qualsiasi delle 3 resistenza sopra citate altererà la resistenza.  50 ohm (Ω) è la resistenza generalmente accettata nella maggior parte dei circuiti RF.

Perchè la commutazione RF è diversa da quella DC?

Perchè la commutazione RF è diversa da quella DC?

L’RF si muove sulla parte esterna del conduttore.  Più alte sono le frequenze, più lontano si sposteranno sul bordo esterno del conduttore.  Molte caratteristiche RF sono piuttosto diverse dal DC. L’RF ha un intero set parametri:

  • impedenza di caratteristica
  • perdita di inserzione
  • VSWR
  • tempo di incremento
  • isolamento
  • tasso di variazione
  • ecc.

Quale sono i pro ed i contro dell'uso di relè reed nella commutazione RF?

Quale sono i pro ed i contro dell'uso di relè reed nella commutazione RF?

I relè reed hanno una risposta di frequenza piatta fuori oltre i 20 GHz.  Il loro costo è moderato e stabile.  Le dimensioni stanno diventando sempre più ridotte.  Il loro problema principale è la qualità. I relè reed non sono adatti alla commutazione di voltaggi alti, ma già si notano miglioramenti in fase di ricerca.

Quali sono i pro ed i contro nell'uso di relè elettromeccanici nella commutazione RF?

Quali sono i pro ed i contro nell'uso di relè elettromeccanici nella commutazione RF?

Relè elettromeccanici possono cambiare su a 20 GHz. Possono essere molto costosi ed avere grandi dimensioni.  Come i relè reed, hanno una buona risposta di frequenza piatta.  Le grandi dimensioni occupano molto spazio sulle schede, e hanno bisogno di molta energia per operare. I relè elettromeccanici hanno un isolamento molto buono e possono commutare RF con valori molto alti.

Quali sono i pro ed i contro nell'uso di semiconduttori nella commutazione RF?

Quali sono i pro ed i contro nell'uso di semiconduttori nella commutazione RF?

I semiconduttori possono essere usati per commutare fino 100 GHz. Il costo diviene molto alto oltre i 10 GHz. I semiconduttori rappresentano le dimensioni più piccole quando vengono paragonate alle altre tecnologie.  La loro risposta di frequenza presenta delle discontinuità. I semiconduttori presentano una distorsione inter-modulare e hanno bisogno di un circuito aggiunto per la regolazione. Hanno bisogno inoltre di un circuito aggiunto per migliorare la risposta di frequenza.

Perchè si dovrebbe utilizzare un relè reed invece di un interruttore di semiconduttore o di relè elettromeccanico nella commutazione RF?

Perchè si dovrebbe utilizzare un relè reed invece di un interruttore di semiconduttore o di relè elettromeccanico nella commutazione RF?

I relè di Reed sono molto lineari su una grande gamma di frequenze, spaziando tipicamente da DC fino a 20 GHz.  I semiconduttori hanno bisogno di filtri e patiscono la distorsione inter-modulare.  Questo vuole dire componenti supplementari da utilizzare.  Il relè reed farà tutto da solo ed è l’ideale nella commutazione di carichi di RF a basso livello di segnale.  Le dimensioni del relè reed sono molto ridotte rispetto a un relè elettromeccanico e molto simili a quelle dei semiconduttori.

Quali componenti sono utilizzati per commutare RF?

Quali componenti sono utilizzati per commutare RF?

Generalmente semiconduttori, relè reed e relè elettromeccanici sono usati per commutare RF.  Ogni tecnologia ha punti di forza e svantaggi.

Gli impulsi digitali veloci sono considerati RF?

Gli impulsi digitali veloci sono considerati RF?

Le RF sono onde di impulsi elettrici che oscillano a frequenze molto alte.  Le onde non sono per niente diverse dai nostri voltaggi e correnti a 50 o 60 cicli.  Invece di avere 50 o 60 cicli che si ripetono ogni secondo, se ne possono avere miliardi che si ripetono ogni secondo. Una frequenza di 1 GHz è una frequenza che sta oscillando a 1 miliardo volte ogni secondo. Nel mondo digitale le pulsazioni elettriche passano informazioni.  Più corta è la pulsazione, e più informazioni al secondo si possono aggiungere al segnale. Un computer che opera a 2 GHz è capace di processare 2 miliardi di pulsazioni al secondo. I circuiti elettronici per processare una pulsazione devono avere l'abilità di trasportare 5 volte la sua base.  Questo vuole dire che i circuiti che portano pulsazioni a 2 GHz hanno bisogno di una capacità di trasporto 5 volte superiore, ovvero 10 GHz su una base di RF.  Questo è perché onde quadrate sono fatte di 5 armoniche della frequenza originale.

Cosa èeffetto skin ?

Cosa èeffetto skin ?

L’Energia RF (una combinazione di tensioni e correnti) quando attraverso un conduttore tenderà a viaggiare sulla sua parte esterna.  Più alta è la frequenza e più l'energia RF viaggerà sul diametro esterno del cavo, o viaggerà sulla ‘skin’ (pelle) del conduttore.  Questo riduce efficacemente la sezione longitudinale dove può viaggiare l'energia.  Se è solo livello di segnale, l'energia RF passerà attraverso il conduttore con una minima attenuazione attribuita a perdita resistiva.  Comunque, se l'energia RF è notevole, quando una certa quantità di potenza è trasportata attraverso il conduttore, possono verificarsi perdite di segnale notevoli.  Può verificarsi inoltre un notevole surriscaldamento dei contatti che potrebbe portare le temperature oltre il punto curie.  In questo caso, i contatti reed perderanno il loro magnetismo che può dar luogo alla loro apertura. Questo può provocare la distruzione completa dei contatti dell’ampolla reed. Questo è prodotto dai contatti che si richiudono una volta che la temperatura scende sotto il punto curie e le sue proprietà magnetiche sono ripristinate.  Ora i contatti chiuderanno, il carico massimo e il surriscaldamento ricomincerà fino a raggiungere la temperatura curie.  Qui i contatti si apriranno e chiuderanno fino a quando non si accorciano o si distruggono. In questo caso, aggiungere rame alla superficie esterna dei contatti e ai reofori ridurrà e/o eliminerà gli effetti potenzialmente disastrosi.

Perchè dovrebbe rompersi un relè HV a 1-2KV prima di rompersi lungo l'ampolla e mostrare bassa resistenza d'isolamento ?

Perchè dovrebbe rompersi un relè HV a 1-2KV prima di rompersi lungo l'ampolla e mostrare bassa resistenza d'isolamento ?

Ispezionate l’ampolla per accertarvi della presenza di piccole lesioni. Se non ce ne sono, dovreste rimandare l’ampolla alla MEDER per determinare per quale motivo questa ha perduto il sottovuoto.

Perchè accade che un relè reed HV passi il test e dopo essere rimasto inutilizzato per qualche giorno si rompa durante il test ?

Perchè accade che un relè reed HV passi il test e dopo essere rimasto inutilizzato per qualche giorno si rompa durante il test ?

In caso di relè che abbiano due ampolle in serie: se una delle ampolle perde il sottovuoto, avrà un breakdown voltage basso. Due ampolle in serie vengono utilizzate per raggiungere l’effetto addizionale di due 10000 volt aggiunte per dare oltre 20kV. Dunque è probabile che una delle ampolle abbia perduto il sottovuoto, forse dovuto a una piccola incrinazione sul vetro oppure a un sigillo difettoso. Cercate di rimuovere l’epossina nel punto dove le due ampolle sono saldate, e quindi testale separatamente per scoprire qual è quella difettosa.

Cosa accade se i contatti di un relè reed HV durante un test impreovvisamente si chiudono, procurando una scossa elettrica ad una persona ?

Cosa accade se i contatti di un relè reed HV durante un test impreovvisamente si chiudono, procurando una scossa elettrica ad una persona ?

Se i test dell’alto voltaggio da ancora buoni risultati, è possibile che abbiano commutato troppa tensione, e/o che abbiano trasportato troppa corrente. Aprite con cautela la capsula dell’ampolla reed ed esaminate i contatti alla ricerca di deformazioni o di bruciature nel punto in cui si uniscono al momento di chiudersi. Se trovate questi segni, allora dovrete determinare quale tensione e quale corrente il cliente sta applicando ai contatti. Ci sono alcune cose che il cliente può fare:

  1. Aggiungere qualche serie di resistenze nella linea diretta dell’ampolla reed per ridurre la corrente di commutazione massima.
  2. Controllate se qualche cavo aggiuntivo aumenta la capacitanza di deriva.
  3. Assicurarsi che non ci siano voltaggi common mode.
  4. Inoltre, in questa applicazione controllare se è possibile commutare i contatti a secco (senza voltaggio o corrente) per la massima durata. Questo non dovrebbe essere possibile.
  5. Se il cliente sta commutando qualche capacitanza, è possibile aggiungere qualche induttanza in serie?

Quale è l'Ampolla Reed più adatta ad applicazioni con alta tensione RF ?

Quale è l'Ampolla Reed più adatta ad applicazioni con alta tensione RF ?

Un’Ampolla Reed placcata in rame piccola è l’ideale in applicazioni dove il carico di corrente è intorno a 3 ampere. Per carichi superiori a 3 ampere si consiglia di utilizzare un’Ampolla Reed grande placcata in rame.  L’ RF correrà lungo il rivestimento esterno dell’Ampolla.

Quale è la differenza tra RF e pulsazioni digitali veloci?

Quale è la differenza tra RF e pulsazioni digitali veloci?

Le RF sono onde di impulsi elettrici che oscillano a frequenze molto alte.  Le onde non sono per niente diverse dai nostri voltaggi e correnti a 50 o 60 cicli.  Invece di avere 50 o 60 cicli che si ripetono ogni secondo, se ne possono avere miliardi che si ripetono ogni secondo. Una frequenza di 1 GHz è una frequenza che sta oscillando a 1 miliardo volte ogni secondo. Nel mondo digitale le pulsazioni elettriche passano informazioni.  Più corta è la pulsazione, e più informazioni al secondo si possono aggiungere al segnale. Un computer che opera a 2 GHz è capace di processare 2 miliardi di pulsazioni al secondo. I circuiti elettronici per processare una pulsazione devono avere l'abilità di trasportare 5 volte la sua base.  Questo vuole dire che i circuiti che portano 2 GHz pulsano hanno bisogno di una capacità di trasporto 5 volte superiore, ovvero 10 GHz su una base di RF. Questo è perché onde quadrate sono fatte di 5 armoniche della frequenza originale.

Cosa è un relè reed RF?

Cosa è un relè reed RF?

Un relè reed RF è specificamente disegnato per trasportare frequenze alte fino a 20 GHz e portare impulsi digitali nelle ampiezze sub nanosecondo.  La schermatura è un punto critico e la geometria del percorso di segnale, poiché è correlata alla schermatura, è della massima importanza.  Più alte le frequenze, più critiche possono diventare.

Quali sono i principali mercati dei relè RF ?

Quali sono i principali mercati dei relè RF ?

I relè di RF sono usati tipicamente nel mercato delle apparecchiature di prova per il collaudo di PCB e per il collaudo di circuiti integrati.  Possono essere usate anche in elettronica medica o in qualsiasi ambito dove l’ RF o gli impulsi digitali veloci siano presenti.

Quale relè reed RF offre MEDER ?

Quale relè reed RF offre MEDER ?

  • Fino a 500 MHz – si consiglia il SIL 6 pin e la serie LP

  • Fino a 1 GHz - M (SIL micro) con filo a terra

  • Fino a 17 GHz - il CRF fino a 7 GHz e gli SRF

Quali relè dovrei utilizzare per alti voltaggi ATE con alti carichi di corrente ?

Quali relè dovrei utilizzare per alti voltaggi ATE con alti carichi di corrente ?

Usi il piccolo switch Hermetic placcato in rame nell’incasso LI oppure BE.

Quale relè dovrei utilizzare per alti voltaggi ATE ?

Quale relè dovrei utilizzare per alti voltaggi ATE ?

Usi gli ORD2210V nell’incasso SIL HV o LI.

Quale relè devo utilizzare nel circuito di carica dei defibrillatori usati in laboratorio?

Quale relè devo utilizzare nel circuito di carica dei defibrillatori usati in laboratorio?

Usi gli HE e/o la Serie HM di relè reed ad alto voltaggio. Consideri di utilizzare la barra di tungsteno ad alto voltaggio se i contatti si surriscaldano.

Quale relè dovrei utilizzare per generatori medici per per cauterizzatori?

Quale relè dovrei utilizzare per generatori medici per per cauterizzatori?

Usi gli HE e/o la serie HM co placcatura in rame per alti voltaggi, capace di trasportare grandi carichi di correnti.

Quali relè dovrei usare per un circuito integrato , tester di VLSI (ATE)?

Quali relè dovrei usare per un circuito integrato , tester di VLSI (ATE)?

Secondo la velocità dell’impulso digitale usi le serie il CRF o il SRF di relè reed di alta frequenza.

Quali relè dovrei usare per un tester PCB (ATE)?

Quali relè dovrei usare per un tester PCB (ATE)?

Secondo le specifiche di misure e costi, consideri le serie SIL, M e CRR di relè reed in questa sequenza dal punto di vista di dimensioni e costi.

Quale relè è raccomandato in applicazione con voltimetro?

Quale relè è raccomandato in applicazione con voltimetro?

Usi una Serie di BT relè speciale disegnato per tensione alta dielettrico e capace di cambiare meno tensioni che 1µV.

Quale relè devo utilizzare per defibrillatori portatili?

Quale relè devo utilizzare per defibrillatori portatili?

Usi la serie speciale BE a due poli.

Quale prodotto devo utilizzare per alte tensioni 5kV con voltaggio di 15kV?

Quale prodotto devo utilizzare per alte tensioni 5kV con voltaggio di 15kV?

Usi le Serie HE e HM di relè reed.

Quale relè posso usare se tensioni di compensazione <1uV non possono essere presenti quando commutano i contatti?

Quale relè posso usare se tensioni di compensazione <1uV non possono essere presenti quando commutano i contatti?

Usi le serie BT o BT di relè reed a basa termica.

Cosa devo utilizzare per mantenere tensioni di scarica fino a 5000V ?

Cosa devo utilizzare per mantenere tensioni di scarica fino a 5000V ?

Bisogna utilizzare le Ampolle Reed MEDER serie KSK-1A85.

Quale relè uso per Alta frequenza/digitale a bassa corrente (ATE) da 8 GHz a 20 GHz?

Quale relè uso per Alta frequenza/digitale a bassa corrente (ATE) da 8 GHz a 20 GHz?

Usi le serie SRF di relè reed.

Quale relè uso per Alta frequenza/digitale e bassa corrente (ATE) da 1 GHz a 7 GHz?

Quale relè uso per Alta frequenza/digitale e bassa corrente (ATE) da 1 GHz a 7 GHz?

Usi le serie di CRF di relè reed.

Quale relè uso per Alta frequenza/digitale e bassa corrente (ATE) da 500MHZ a 1GHz (size critical)?

Quale relè uso per Alta frequenza/digitale e bassa corrente (ATE) da 500MHZ a 1GHz (size critical)?

Usi le serie CRF o i relè della serie SRF.

Quale relè uso per Alta frequenza e bassa corrente (ATE) da 500MHZ a 1GHz (dimensioni non critiche)?

Quale relè uso per Alta frequenza e bassa corrente (ATE) da 500MHZ a 1GHz (dimensioni non critiche)?

Usi la Serie SIL a 6 pin o le serie MS col cavo a terra.

Quali relè uso per Altre frequenza sino a 500MHz a livelli di corrente bassi nel più piccolo case possibile?

Quali relè uso per Altre frequenza sino a 500MHz a livelli di corrente bassi nel più piccolo case possibile?

Usi i CRF o i relè della serie SRF.

Quali relè uso per Alte frequenze sino a 500MHz a bassi livelli di corrente ?

Quali relè uso per Alte frequenze sino a 500MHz a bassi livelli di corrente ?

Se le dimensioni non sono un problema, usi la serie SIL (6 pin) o la serie MS (bobina a terra).

Quale ampolla devo utilizzare per commutare 5-15 Volts da 10 a 50 milliamps?

Quale ampolla devo utilizzare per commutare 5-15 Volts da 10 a 50 milliamps?

Utilizzi ORD228,  ORD211 all’iridio, oppure ORD311.

Quale ampolla devo utilizzare per commutare 15-35 Volts da 10 a 250 milliamps ?

Quale ampolla devo utilizzare per commutare 15-35 Volts da 10 a 250 milliamps ?

Utilizzi il sensore l'ORD228 all’iridio, oppure l’ORD2210 come relè.

Quale ampolla reed devo utilizzare per commutazioni di basso livello?

Quale ampolla reed devo utilizzare per commutazioni di basso livello?

I relè elettromeccanici piccoli non sono l’ideale per commutare voltaggi e correnti di basso livello.  Relè elettromeccanici necessitano di notevoli voltaggi e/o correnti per attraversare la barriera costituita dalla placca di protezione.  La placcatura non permetterà a nessun voltaggio o corrente di attraversare i contatti.   Le Ampolle Reed sono chiaramente le migliori.  Per carichi di corrente molto bassi, i contatti placcati al rutenio oppure all’iridio costituiscono la soluzione ottimale.

Quando si deve utilizzare un ampolla reed sottovuoto ?

Quando si deve utilizzare un ampolla reed sottovuoto ?

Le ampolle Reed sottovuoto permettono migliore commutazione e interruzione di tensioni di 250 volt e superiori.  Per tensioni fino a 4000 volt si può utilizzare l'ORD2210V, a patto le correnti  non siano troppo alte.  Oltre i 4000 volt si consigliano Ampolle Reed Ermetiche.

Quale tensione può aprire efficacemente un'ampolla reed pressurizzata ?

Quale tensione può aprire efficacemente un'ampolla reed pressurizzata ?

Le Ampolle Reed in miniatura con un vetro di 20 mm (0.80 pollici) di lunghezza di vetro possono aprire efficacemente un carico fino a 250 Volt. Questo dipende dal pull-in AT usato (MT).  Più è alto e migliori risultati si avranno. Ampolle Reed con lunghezza inferiori ai 10 mm ridurranno questo valore a circa 150 volt. Questo valore si ottimizza riducendo il flusso di corrente al momento dell’apertura.

Cosa è il voltaggio common mode ?

Cosa è il voltaggio common mode ?

Accade spesso che i clienti debbano constatare che i relè smettano di funzionare dopo poco tempo. Queste rotture premature sono spesso causate dalla presenza di voltaggi common mode. I voltaggi common mode insorgono di solito in prossimità di un dato circuito. Una capacitanza parassita  nella linea può caricarsi fino al valore più alto del voltaggio nella linea. Se il voltaggio nella linea è di 240 VRMS questo si traduce in picchi potenziali di 400 volt. Commutare questo voltaggio anche se la capacitanza parassita è nell’ordine dei 50 picofarad, causerà un passaggio di materiale tra i contatti. Questo potrebbe essere i lmotivo di precoci guasti. Una migliore messa a terra può eliminare i voltaggio common mode. Sarà di aiuto anche la riduzione della capacitanza parassita inoltre, aggiungendo qualche resistenza nella serie con i contatti, si ridurrà il surriscaldamento. Ricordate che i danni avvengono solitamente nei primi 50 nanosecondi dopo la chiusura dei contatti.

Cosa è la segnatura di un carico ?

Cosa è la segnatura di un carico ?

Le Ampolle Reed hanno la funzione di commutare un carico, sia quando sono utilizzati come sensori che come relè.  Generalmente si prendono in considerazione due aspetti di questo carico. 1.                  Il carico costante. 2.                  Se la commutazione avviene nei primi 50 nanosecondi.  Questo viene anche definito come segnatura del carico.  Questa segnatura prende in esame non solo il carico costante, ma anche qualsiasi voltaggio o corrente che potrebbe essere presente durante i primi 50 nanosecondi.  Queste correnti transienti potrebbero derivare dalla capacitanza vagante, dall'induttanza nella linea e/o comunque da tensioni comuni.  Dal punto di vista del designer di Ampolle Reed, è questa la segnatura.  L’intervallo di tempo più rilevante durante la commutazione, sono i primi 50 nanosecondi.  E’ in questo intervallo che si verificano i danni più rilevanti ai contatti, se questi sono ‘caldi’. Se un cliente riporta cattivi funzionamenti iniziali, è questo il primo elemento da controllare. Altrettanto importante e da non sottovalutare è il valore di voltaggio e corrente che si sta commutando quando i contatti si aprono.  Qualsiasi voltaggio o corrente molto alta danneggerà rapidamente i contatti, causandone l’aderenza.

Come posso sapere quale ampolla reed devo selezionare ?

Come posso sapere quale ampolla reed devo selezionare ?

Ci sono molti fattori chiave a considerare: 1. Bisogna avere un’idea del carico richiesto.  Quale tensione e corrente vengono commutate al momento della chiusura durante i primi 50 nanosecondi? 2. Quante operazioni saranno richieste per la durata del prodotto? 3. Quali sono le dimensioni richieste? Di quanta spazio si ha bisogno? 4. Come sarà montato il prodotto? Montaggio di superficie, attraverso un foro ecc 5. Per una lunga durata e bassi livelli, si consigliano Ampolle con contatti placcati in rutenio o iridio. 6. Per applicazioni dove si richieda di commutare da 50 a 200 volt si consigliano Ampolle Philips/coto/comus ricoperte al rutenio. 7. Per commutare correnti da 25 ma a 1 ampere, l'OKI con una spessa copertura al rodio è consigliabile, insieme al nostro STM10. 8. Per voltaggi dai 200 volt ai 4000 volt con correnti relativamente basse, si consiglia l’OKI ORD2210V. 9. Per tensioni superiori ai 1000 volt,fino a 10,000 volt con correnti più alte, si consigliano le Ampolle ermetiche sottovuoto.  Questi sono consigli di base. Si potrebbe scrivere un libro su quest’argomento.  E’ meglio conoscere il carico richiesto dal cliente e effettuare un test di durata, con poche o, se necessario molte Ampolle per ottenere un responso definitivo.

Quali sono i relè multi-polo?

Quali sono i relè multi-polo?

I relè di Reed possono essere costruiti con più di un interruttore.  MEDER è in grado di produrre fino a quattro ampolle reed in un determinato relè. Questo potrebbe essere fino a 4 interruttori a polo singolo normalmente aperti, fino a 4 interruttori polo singolo normalmente chiusi, o fino a 4 interruttori polo singolo doppio flusso.

Quale è un relè latching?

Quale è un relè latching?

Un relè latching è bistabile.  Può essere nello stato chiuso senza che venga applicata una potenza nella bobina, o può essere nello stato aperto senza venga applicata potenza nella bobina. Esso ha bisogno solo di un impulso di 1.5 millisecondi per passare dallo stato aperto allo stato chiuso; o di un impulso di 1.5 millisecondi per passare dallo stato chiuso allo stato aperto.  Un magnete influenza l'ampolla reed per creare il cambiamento di stato. Generalmente sono usate due bobine: una è usata per chiudere i contatti e l'altra per aprirli.

Cosa è un releè Forma B ?

Cosa è un releè Forma B ?

Con un relè a Forma B, i contatti sono portati in posizione di chiusura da un magnete. Quindi senza potenza nella bobina, i contatti rimangono chiusi.  Quando la  potenza è applicata alla bobina, il suo campo magnetico diviene opposto al campo del magnete, annullandolo ed aprendo i contatti. 

Cosa è la richiusura?

Cosa è la richiusura?

Questa è una condizione di solito che può verificarsi quando si usa una Forma B o relè reed normalmente chiuso.  I contatti sono azionati da un magnete. Quindi senza potenza nella bobina, i contatti rimangono chiusi. Quando la potenza viene applicata alla bobina, il suo campo magnetico diviene opposto a quello del magnete, annullandolo ed aprendo i contatti.  Se la bobina è troppo forte, i contatti possono richiudersi. Quindi una tensione di richiusura che è di solito dal 25% al 50% oltre la tensione nominale è aggiunta ad un relè di Forma B. Per un relè di 5 volt con fattore di sicurezza del 50% la richiusura sarà di 7.5 Volt. Questo garantisce al cliente che applicando fino a 7.5 Volt i contatti non si richiuderanno.

What is peak envelope power?

What is peak envelope power?

This description is used in radio transmitter and RF applications.  The old radio designs used amplitude modulation.  The wave basically varies in size with the audio content, but is transmitted using a 30 MHz envelope.  So PEP is just an expression that expresses that in very abbreviated terms.  The audio is superimposed on the RF.  This is what AM music is/was  - audio modulation before digital modulation.

E' normale che un lato del relè reed misuri 5KV come di norma, mentre l'altro lato misuri diverse centinaia di volts?

E' normale che un lato del relè reed misuri 5KV come di norma, mentre l'altro lato misuri diverse centinaia di volts?

Ogni qualvolta si effettua una misurazione di tensione, si deve considerare la creazione di un divisore di tensione.  Qual è la resistenza sull'altro lato dell'interruttore?  Per esempio, se l'interruttore misura 1E10 ohm ed è connesso ad una resistenza da 100 mega ohm (1E8) e vengono applicati 10,000 volt all'altra estremità dell'interruttore opposta alla resistenza, ed il circuito di serie è settato in maniera che parte della tensione sarà rilasciata attraverso l'interruttore e parte sarà rilasciata attraverso il resistore da 100 mega ohm. Uno ha un circuito in serie settato con fondamentalmente due resistenze in serie. Una resistenza è l'interruttore a 1E10 ohm e l’altro la resistenza di carico 1E8 ohm. Quando si applica 10,000 volt a questo circuito approssimativamente 1 µA  di corrente fluirà all'interruttore aperto ed attraverso la resistenza di carico. Semplicemente usando la legge di Ohm 1 µA genererà 100 volt attraverso la resistenza di carico.  Ora se la resistenza di isolamento attraverso l'interruttore è 1E11 ohm la tensione attraverso la resistenza sarà di solamente 10 volt. Comunque, se la resistenza di isolamento attraverso l'ampolla reed è 1E9 ohm, allora la tensione attraverso il carico sarà fino a 1000 volt. Io spero di essere stato chiaro. Ovviamente, la resistenza di isolamento attraverso l'ampolla reed è molto importante come lo è la resistenza di carico.  Spero che spieghi meglio quello che il cliente sta osservando.

Cosa può causare che i relè reed si rompano per tensioni di pull-in ?

Cosa può causare che i relè reed si rompano per tensioni di pull-in ?

Noi suggeriamo di controllare i seguenti punti: 1.         Stà usando un incasso in metallo? Se così, si tratta di acciaio rotolato a freddo?  È un materiale ferromagnetico? 2.         Stà usando una bobina senza avvolgimento? Se così, c’è abbastanza spazio per fare l'I.D. con un diametro ridotto? 3.         Quale è la gamma attuale di tensione pull-in? 4.         C'è abbastanza spazio per fare un avvolgimento sulla bobina con un filo più grande da 1/2"? 5.         L'ampolla reed è piegata o deformata? O è tagliata e saldata a un supporto?  Se è saldata a un supporto, si cerchi un pin di nickel ferro e si saldi ad esso l'ampolla reed. 6.         Se tutti di questi tentativi vanno a vuoto, consideri l’uso di uno scudo magnetico interno in aggiunta al coperchio a schermatura magnetica.

Vai a FAQs riguardo alle Ampolle Reed

Vai a FAQs riguardo a Sensori Reed

Vai a FAQs riguardo a Magneti & Magnetismo

Vai a FAQs riguardo a Sensori di Livello

Vai a FAQs riguardo a Test & Caratteristiche Operative

Vai a FAQs riguardo Qualità & Affidabilità

Non hai trovato la risposta alla tua domanda nel nostro FAQ’s? Ti preghiamo di utilizzare il nostro modulo  per sottoporci una nuova domanda.





MEDER electronic S.r.l Società a Socio Unico | VIA ITALIA 197 | I-20874 BUSNAGO (MB) | Contatti | Sezione Legale